PATRASSO

Appassionata e in moto perpetuo. Indaffarata e piena di vita, come il suo porto, storicamente noto come “porta della Grecia verso l’occidente”.  Aristocratica, raffinata, autentica erede di una importante cultura commerciale e industriale fiorita durante il XIX secolo.

La capitale della Prefettura di Achaia e della Regione della Grecia Occidentale è una metropoli mediterranea unica, piena di affascinanti contrasti.

È giovane ed esuberante, come ogni città universitaria. È una città che tutto l’anno vive febbrilmente la preparazione di uno dei più spettacolari carnevali del Mediterraneo, l’orgoglio dei suoi cittadini: una tradizione che ha ormai 180 anni e affonda le sue radici a Venezia.

A Patrasso, la dolce vita fa parte della quotidianità. I ristoranti, i bar e la scena musicale della città pulsano di vita tutto l’anno, rivelando la vena artistica della gente del luogo. In città sono attive decine di gruppi teatrali, e non è un caso che siano nati a Patrasso alcuni dei complessi musicali più noti degli ultimi anni.

La città sorge sulla sponda nordoccidentale del Peloponneso, ai piedi del Monte Panachaiko e dinanzi al blu infinito del Golfo di Patrasso. La luce della sua storia ha brillato per  più di tre millenni: nel corso del tempo, la mitica città dell’eroe acheo Patreo e successivamente importante centro della tarda civiltà micenea visse un’epoca gloriosa anche come famosa colonia romana, per passare poi nelle mani dei Franchi, dei Bizantini, degli Ottomani e dei Veneziani; fu una roccaforte della Rivoluzione Greca del 1821, ma anche uno dei più vitali centri economici, industriali e intellettuali della Grecia moderna.

La mitologia ha lasciato un’impronta forte nel tracciato stesso della città. Nel quartiere di Ano Polis, le case a due piani, i vicoli pittoreschi e gli archi disegnano il fascino della Patrasso romana e medievale. Dalla verdeggiante pineta sulla collina di Dasylio si ammirano il porto e il grandioso ponte di Rio-Antirio. Nell’imponente fortezza bizantina del VI secolo ancora si aggira il fantasma della leggendaria Patrinella. L’emblematica chiesa bizantina del Pantokrator (Onnipotente) del IX secolo risplende con le verdi cupole di rame e gli splendidi affreschi. E il passato risplende nell’elegante Odeon romano del I secolo, secondo Pausania il più bello dopo quello di Erode Attico ad Atene, e nei Bagni Turco-veneziani, gli unici in Grecia che abbiano funzionato ininterrottamente dal 1400.

Il cuore della Patrasso moderna batte a Kato Polis, interamente progettata nel XIX secolo secondo il modello delle grandi città europee,  con enormi piazze lastricate, eleganti edifici neoclassici, sfavillanti centri pedonali con negozi e aristocratici palazzi restaurati con maestria, imponenti portici con i soffitti decorati, e capolavori dell’architettura industriale del periodo tra le due guerre, che oggi ospitano centri culturali e ricreativi.

Passeggiate nella centralissima Piazza Gheorghiou con i leoni alati di bronzo delle fontane gemelle, per ammirare il Teatro Apollon (1872) di Ernst Ziller, una miniatura della Scala di Milano. Visitate la grandiosa cattedrale dedicata al patrono Sant’Andrea (1974), meta di pellegrinaggio da tutto il mondo, e una delle più grandi chiese bizantine dei Balcani. Entrate nel Nuovo Museo Archeologico e ammirate la più grande collezione di mosaici romani sul suolo ellenico. Godetevi lo spettacolo del tramonto accanto al bellissimo Faro in pietra, altro simbolo culturale della città. Scoprite le mille facce di una città in continua trasformazione.

  • view_headlineLuoghi d’interesse e itinerari vicino a Patrasso

    a mappa dell’Achaia promette un viaggio affascinante nel paese del mito, della storia e della cultura.

    • La città-fortezza della leggendaria cantina Achaia Clauss domina una collina verdissima, a 15 Km da Patrasso. L’imponente complesso di torri di pietra, fondato nel 1854 dal bavarese Gustav Clauss, è accessibile a tutti coloro che vogliano apprezzare i segreti del famoso vino da dessert  Mavrodafni. La visita alle suggestive cantine con le botti di quercia fatte a mano è un’esperienza unica.

    • Lo storico Monastero di Omblos del XIV secolo sorge in un verdissimo luogo montano, sopra al villaggio di Saravali. E’ uno dei più bei monasteri dell’Achaia, e roccaforte della Rivoluzione greca del 1821.

    • Costruita sulle pendici del leggendario monte Helmos, a 735 metri di altezza, la storica cittadina di Kalavrita è conosciuta a buon diritto come una delle più suggestive destinazioni della Grecia. Le sue radici storiche affondano nell’antichità (è l’antica Cynaetha) mentre deve il nome attuale ai Franchi (la troviamo come Calovrate nell’antico testo storico delle “Cronache della Morea”); questa pittoresca cittadina conquista il visitatore con i suoi bellissimi edifici in pietra e le strade lastricate. Ammirate l’imponente palazzo della dinastia imperiale bizantina del Paleologi e la suggestiva stazione ferroviaria dall’atmosfera di epoche passate. Visitate il Museo del’Olocausto di Kalavrita e il Luogo del Martirio sulla collina di Kapi, due toccanti monumenti che commemorano la strage della popolazione maschile della città per mano dell’occupazione nazista.

      Nell’abbraccio di due mitiche montagne, l’Helmos e l’Erimanto, la natura esuberante e i monumenti storici offrono uno straordinario caleidoscopio di esperienze. Come in una cartolina, il villaggio montano di Zachloroù fa capolino in mezzo alla verdissima gola di Vouraikos. Non lontano, a 940 metri di quota, gli otto piani del Monastero di Mega Spileo (IV secolo) spiccano, come per magia, ai piedi di una roccia verticale perforata di caverne. Il millenario Monastero di Agia Lavra, culla della Rivoluzione del 1821, suscita un senso di venerazione. Nel bosco incantato di Planitero, sulle rive del fiume Aroanio, gli antichi mulini ad acqua appaiono tra i platani, con una bellezza che supera la fantasia. La fiabesca Caverna dei Laghi a Kastrià,  con i 13 laghi sotterranei digradanti e le arzigogolate sculture naturali, emana un aria di mistero.

    • La leggendaria ferrovia a cremagliera, un capolavoro di meccanica del 1896, è uno dei più spettacolari e famosi itinerari del mondo. Il viaggio inizia a Diakoftò, attraversa la suggestiva gola di Vuraikos e termina, dopo 23 Km, a Kalavrita. Preparatevi a una vertiginosa scalata delle verdi pendici del monte Helmos, attraversando gallerie, ponti, ripide rocce verticali, caverne e cascate, con l’accompagnamento musicale delle impetuose

    acque del fiume Vuraikos.

    • Come una piccola oasi di smeraldo, il delizioso lago di Tsivlou, creato da una frana nel 1913,  è stretto nell’abbraccio dei pini e degli abeti. La sua bellezza alpina gli è valsa il soprannome di “piccola Svizzera”.

    • La pineta costiera di Strofilià , la più grande della Grecia, è un biotopo unico in tutto il Mediterraneo e un paesaggio di emozionante bellezza: posta sulla stretta striscia di terra che separa la laguna di Prokopos dalle sponde del Mar Ionio, modula con la sua sabbia ondulata e le sue dune un paesaggio di una bellezza esotica,  quasi africana.

    • Nel sito archeologico di Voundeni, a soli 7 Km da Patrasso, il visitatore scopre la grandiosità della civiltà micenea, con l’architettura monumentale delle 75 tombe a camera scoperte in questa zona.

    • Sulla sponda opposta del ponte Rio-Antirio, sulla riva del Golfo di Corinto, la storica Naupatto con i vicoli lastricati e le belle case dei capitani emana romanticismo e nobile grazia. Fate una passeggiata fino alla fortezza medievale, al pittoresco porto veneziano e al parco Miguel de Cervantes, che ricorda la coraggiosa partecipazione dell’autore del “Don Chisciotte” alla leggendaria Battaglia di Lepanto (Naupatto) nel 1571.

  • view_headlineDa non perdere...

    • Visitate il Centro Culturale “Kostis Palamas” nella residenza neoclassica magistralmente restaurata al N. 241 di Via Korinthiou dove nacque il sommo poeta greco.

    • Acquistate gli squisiti prodotti della gastronomia della regione, come il famoso vino Mavrodaphni di Patrasso, il liquore tradizionale Tentoura, e anche i Loukoumia (dolci prodotti a Patrasso – particolarmente buoni quelli all’aroma di Tentoura!), vini locali e rinomati formaggi (feta e formaela) di Kalavrita.

    •Visitate i famosi villaggi di Kloukinochoria, il regno delle plurisecolari case-torri in pietra, splendido esempio di architettura popolare.

    • Nuotate nel limpido blu delle acque di Kalogria, Lakkopetra, Gianniskari, Selianitika e Akrata, tra le più belle spiagge del Peloponneso.

    • A Patrasso, esplorate il quartiere degli “Englezika”  sul lungomare,  e ammirate le imponenti ville neoclassiche adorne di giardini alberati, dove abitavano i diplomatici inglesi nel XIX secolo.

    • Concludete il pasto con un bicchierino di tentura, il rinomato liquore locale distillato da  essenze di cannella e chiodi di garofano.

  • view_headlinePatrasso: arrivare e partire

    Arrivate e partite da Patrasso con ANEK LINES. Il vostro viaggio sulle azzurre acque del Mar Ionio e dell’Adriatico avrà tutta la qualità del prestigio e dell’esperienza di una delle principali società navali del Mediterraneo.

    ANEK collega il porto di Patrasso con i maggiori porti dell’Adriatico (Ancona, Venezia, Bari) con fermate intermedie a Igoumenitsa e Corfù, con servizio giornaliero e settimanale. A bordo troverete servizi di altissima qualità e l’autentica ospitalità cretese.

    Le rotte GRECIA-ITALIA sono gestite in collaborazione con Superfast Ferries.

    La moderna flotta e l’equipaggio altamente qualificato dell’ANEK promettono una piacevole permanenza a bordo, nel rispetto delle necessità e delle esigenze del moderno viaggiatore. Le navi dell’ANEK sono dotate di spaziose cabine di tutte le categorie, di spazi comuni confortevoli e climatizzati che offrono numerose opzioni di svago, negozi moderni, ristoranti gourmet e bar-caffè.

    E’ stata dedicata particolare attenzione alla gastronomia, con menù selezionati che esaltano i prodotti genuini e i sapori della cucina cretese e mediterranea. Sulle navi dell’ANEK è disponibile il servizio internet 24 ore al giorno (wi-fi e Internet Corner) in spazi appositamente studiati. Le navi delle linee internazionali sono provviste di piscina sul ponte, ed è offerta anche l’opzione di campeggiare a bordo.

    Scoprite qui come acquistare tutto l’anno al prezzo migliore i biglietti per i traghetti, e le imperdibili offerte per i biglietti di solo passaggio e di sistemazione in cabina.

  • view_headlineArrivare a Patrasso

    Patrasso dista solo 220 Km da Atene, ed è collegata alla capitale dalla rete stradale, ferroviaria e con autobus extraurbani. Gli autobus della società KTEL dell’Achaia collegano Patrasso a molte città e villaggi della regione e a molti centri del Peloponneso (Kalamata, Pirgo, Argos), dell’Epiro (Arta, Giànnina) e a Salonicco, con fermate intermedie (Lamia, Larissa).

    Le navi ANEK LINES attraccano al modernissimo Porto di Patrasso Sud, di recente costruzione, il secondo scalo marittimo greco per dimensioni e porta di accesso all’Italia e al Mediterraneo occidentale. Il Porto di Patrasso Sud si trova ad Akti Dimeon, non lontano dal centro cittadino. All’uscita del porto i viaggiatori trovano una fermata taxi e autobus urbani: l’autobus #18, con percorso circolare, ferma al porto ogni ora e raggiunge il centro della città, il terminal degli autobus extraurbani (KTEL) e la stazione ferroviaria (OSE).

    Il capoluogo dell’Achaia è ubicato in posizione “strategica” a breve distanza da molti centri e siti archeologici del Peloponneso (Olimpia, Delfi, Epidauro, Micene, Mistrà) e pertanto costituisce la base ideale per esplorare luoghi di grande interesse turistico.

    Al tempo stesso, Patrasso garantisce un facile accesso ad Atene, alla Grecia settentrionale, alla regione dell’Epiro e alla Grecia continentale occidentale, al Peloponneso centrale e meridionale: pertanto è la base ideale per esplorare la Grecia in auto.  ANEK LINES vi offre la possibilità di trasportare con sicurezza e convenienza il vostro mezzo di trasporto (automobile, motocicletta, camper, roulotte) consentendovi così di godere appieno il viaggio verso destinazioni indimenticabili.

  • view_headlineTelefoni utili
    ΑΝΕΚ LINES – Ufficio Centrale Prenotazioni: 0030 210 4197400, 0030 210 4197420 S. Bakolias & Co Srl. – Euroline (Agenzia Centrale di Patrasso): 0030 2610 343655, 0030 2610 342601 Capitaneria di Porto di Patrasso: 0030 2610 341002 Polizia Turistica di Patrasso: 0030 2610 695073 Comune di Patrasso: 0030 2613 610200 Ospedale Generale di Patrasso “Aghios Andreas”: 0030 2613 601000 Autobus extraurbani KTEL Patrasso: 0030 2610 623888 Autobus urbani KTEL Patrasso: 0030 2610 273936 Stazione ferroviaria (OSE) Patrasso: 0030 2610 639108, 0030 2610 274180 Ufficio Postale di Patrasso: 0030 2610 277050 Radio Taxi: 0030 2610 450000, 18300 Museo Archeologico di Patrasso: 0030 2613 616100

Destinazioni multiple
clear
keyboard_arrow_down
keyboard_arrow_down
date_range
date_range
people
directions_car
pets

Altre Offerte
arrow_upward