KASOS

Da qualche parte, tra Karpathos e Creta, nel punto più meridionale delle isole del Dodecanneso, emerge improvvisamente dal mare spumeggiante una grigia e nuda roccia, sentinella centenaria del tratto più burrascoso dei mari greci, lo stretto tra Kasos e Karpathos. Kasos deve il proprio nome a questo fenomeno ribollente della natura (Kas in lingua fenicia significa spuma di mare e vapore). Il nome incarna alla perfezione la selvatica bellezza naturale dell'isola e il mite carattere dei suoi abitanti, binomio che rimane uno dei segreti più affascinanti e inesplorati dell'Egeo.

Isola di capitani, l'aristocratica Kasos vanta una lunga tradizione marinara. Dai tempi omerici e dalla partecipazione della sua flotta alla Guerra di Troia sino al suo significativo contributo alla Rivoluzione greca; a partire dall'epoca in cui, nei suoi cantieri, si costruivano i rinomati velieri di legno kassioti fino al XVIII - XIX s., allorquando la sua flotta commerciale raggiungeva i punti più distanti dell'universo, recando all'isola una ricchezza impareggiabile.

L'isola deve la sua peculiare personalità a questa solida tradizione marinara. Allo spirito cosmopolita degli abitanti oltre al loro legame con le tradizioni ancestrali. All'ineguagliabile cultura gastronomica con influenze culturali derivanti dall'Asia Minore e dall'Egitto, persino dall'Italia e dall'America. Ma soprattutto all'abbraccio ospitale con il quale accoglie il visitatore con la frase caratteristica "na s’evro” (al tuo incontro), generando in un attimo intense sensazioni e indissolubili legami di amicizia.

Il cuore commerciale e amministrativo di Kasos batte a Fri, capoluogo e porto dell'isola di una bellezza unica, costruito nel 1840 a forma di sopracciglio (fridi in greco significa sopracciglio) attorno al suggestivo porto di Bouka, con i variopinti pescherecci, un tempo covo di pirati.  È una gemma di architettura popolare isolana con le dimore signorili di pietra nei colori della terra e le eleganti case dei capitani che ammaliano lo sguardo. Un bell’edificio storico del 1900 dichiarato monumento nazionale (il vecchio Municipio) ospita il Museo Archeologico e la Collezione Etnografica di Kasos. Un altro sito di attrazione turistica di Fri è la maestosa chiesa di Santo Spiridone (Aghios Spiridon), protettore dell'isola, con lo straordinario campanile e la bella iconostasi in legno scolpito del XIX secolo. Prospiciente il Municipio sorge il Monumento dell'Olocausto, che ricorda la storica strage dei Kassioti avvenuta per mano degli ottomani nel 1824.

  • view_headlineSiti di attrazione turistica e itinerari a Kaos

    Città-stato antiche nelle braccia della terra di pietra. Infinite cappelle sulle cime granitiche dei monti con vista sull'azzurro sconfinato. Coste rocciose frastagliate picchiate dalle onde spumeggianti dell'Egeo. Kasos è una vera ode all'impalpabile bellezza del mondo.

      Poli, l'antico capoluogo dell'isola (Polin) costruito ad anfiteatro, con le magnifiche mura dell'antica acropoli e le tombe scolpite del IV secolo a.C. offre un fantastico viaggio nel tempo. Una passeggiata nelle strette viuzze con i caratteristici muretti a secco rimane indimenticabile.

    • Adagiata sulla cima di alture sorge Αgia Marina, il maggior insediamento dell'isola. Lo sguardo si ferma sulle splendide dimore signorili e le belle case dei capitani di un'altra epoca.  Le suggestive viuzze, le belle cappelle con le cupole azzurre ed i mulini a vento ottimamente conservati compongono uno scenario prettamente cicladico.

    • Da Agia Marina, un sentiero porta alla grotta sacra di Εllinokamara. Importante luogo di culto dall'epoca micenea all'era ellenistica, nonché covo naturale di pirati, la grotta ha riportato alla luce reperti archeologici di un valore unico.

    • I monasteri bianco-azzurri di Kasos. Agios Georgios (1690) a Chadiès con le rare icone e l'iconostasi di legno scolpito di mirabile fattura, sede di una delle maggiori sagre dell'isola. Il monastero di Agios Mamas (XIX secolo), al pari di una fortezza bizantina, che contempla l'infinità del Mar libico.

    • Nel villaggio di Panaghia, le grandi case dei capitani testimoniano l'antico splendore marinaro dell'isola e la chiesa della Κoimissis tis Theotokou (Dormizione della Madre di Dio) con il bellissimo pavimento in mosaico di acciottolato e l'iconostasi in legno scolpito di meravigliosa fattura incute ammirazione. Il punto più elevato del villaggio è dominato dalle ''Sei chiese'', un magico complesso di chiese successive risalenti al XVIII secolo. La tradizione vuole che siano state erette al fine di scongiurare gli spiriti di sei fate che avevano eletto domicilio in zona.

    • Costruito nel XVI secolo alle radici dei monti, alla punta di un'ubertosa valle, Αrvanitochori si distingue per le splendide case dei capitani e le bianche casette con i cortili gremiti di fiori. Qui ha sede lo straordinario Museo Etnografico di Kasos, che riproduce in una casa tradizionale lo stile di vita degli abitanti esponendo oggetti quotidiani e opere d’arte popolare.  Fermati sulla piazza che ospita il rinomato kafeneion (caffè tradizionale) di ''Marouklas'', quindi imbocca il sentiero per la favolosa chiesa della Panaghia Potamitissa, costruita in alto sul monte all'interno di una grotta naturale.

    • L'isolotto disabitato di Αrmathià, di fronte al litorale settentrionale di Kasos. Un paradiso segreto che vanta una storia ragguardevole, dall'antichità fino alla metà del XX secolo. Escursione a vecchie abitazioni diroccate, alla chiesetta Ypapantis, sulle tracce delle cave di gesso che regalarono ricchezza agli abitanti. E, naturalmente, tuffi nell'esotica Marmara, spiaggia con il mare turchese e la fine sabbia bianca, una delle più belle del Mediterraneo.

    • Le spiagge di Kasos. Acciottolate e di difficile accesso, sono piccoli regni in cui isolarsi, di una bellezza primitiva, con intense note esotiche e sfumature turchesi. Αmmoua e Αntiperatos a nord. La celebre Chelatros con il mare smeraldo e condizioni ideali per fare windsurf, alla punta più a Sud dell'isola. Chochlakia, Αvlaki con le grotte marinare, Angali e Τrita con il suo marchio, l'arcuata rupe in mare, tutte a sud ed accessibili con le navi di linea. 

  • view_headlineNon mancare di...

    • Osservare l'alba dalla chiesa di Αgia Kyriaki, uno spettacolo di una bellezza impareggiabile.

    • Visitare il caseificio della famiglia Vonaparti ad Agia Marina, noto in tutta la Grecia, per fare provviste di formaggi kassioti di eccezionale qualità (sitakia, elaiki, armyrotyri, drylla, kaouli ed altri).

    • Imboccare uno dei tanti sentieri escursionistici dell'entroterra per incontrare le note mitata, le capanne in pietra dei pastori.

    • Assaggiare gli incomparabili sapori della cucina kassiota nelle piccole taverne tradizionali ed i caffè tradizionali (kafeneion) dell'isola. I mitici involtini di foglia di vite tradizionali (dolmades, in dialetto “doulmaes”)), il riso pilaf kassiota con la cannella, i kolokythopoulia (fiori di zucchine ripieni), le roikia(erbette selvatiche locali), le boustià e bobaria (frattaglie di agnello ripiene con carne macinata e riso), lo scaro (pesce), makarounes (specie di strozzapreti) al formaggio sitaka, le xilikopites (chiacchiere tradizionali kassiote) e moschopoughia (specie di spumini con noci e mandorle ricoperti di zucchero a velo).

    • Essere presente ad una delle tradizionali sagre kassiote, autentica espressione dell'animo kassiota al suono della lira e del flauto, dei distici improvvisati (che qui chiamano “mantinades”), i ''contrasti'' poetici improvvisati, senza dimenticare i balli (in primis la sousta ed il zervò).

  • view_headlineCome arrivare a Kasos

    Arrivate e partite da  Kasos con ANEK LINES.  Godetevi un viaggio confortevole all'insegna del prestigio e dell'esperienza di una delle maggiori compagnie marittime del Mediterraneo.

    ANEK LINES collega il Pireo ed altre destinazioni con Kasos tramite la rotta delle Cicladi, di Creta e del Dodecanneso (Pireo, Milos, Santorini, Anafi, Heraklion, Siteia, Kasos, Karpathos, Diafani Karpathou, Chalki, Rodi) con un itinerario ciclico, offrendo il massimo della qualità del sevizio e l'autentica ospitalità cretese in navigazione. 

    La moderna flotta ed il personale ad alta formazione dell’ANEK sono la promessa di un gradevole soggiorno in mare, in linea con le esigenze e le necessità di ogni viaggiatore moderno. Le navi ANEK dispongono di ampie cabine di tutte le categorie, di comodi spazi comuni e climatizzati con molte scelte per il tempo libero, boutique moderne, ristoranti Gourmet e bar.

    Una particolare attenzione è stata rivolta alla gastronomia, con menù squisiti a base di prodotti cretesi genuini ed i sapori della cucina cretese. Sulle navi ΑΝΕΚ, è fornito il collegamento Internet (wi-fi) 24ore su 24 e sono predisposti Internet Corners in apposite aree delle navi..

    Scopri qui le migliori tariffe per i biglietti delle traversate ed offerte eccezionali per biglietti individuali e cabine durante tutto l'anno.

  • view_headlineArrivando a Kasos

    La nave ANEK approda al porto di Fri, capoluogo dell'isola. Gli spostamenti all'interno dell'isola avvengono con un minibus comunale, due taxi e autovetture a noleggio.

    Da Fri potrai raggiungere in barca o in taxi acqueo alcune delle spiagge meno accessibili dell'isola e gli isolotti vicini.

  • view_headlineTelefoni utili
    ΑΝΕΚ LINES - Ufficio centrale prenotazioni: 0030 210 4197400 Kasos Maritime & Tourist Agency (Agenzia marittima e di turismo): 0030 22450 41323, 0030 22450 41495 Capitaneria di Porto di Kasos: 0030 22450 41288 Municipio di Kasos: 0030 22450 41277 Posto di polizia: 0030 22450 41222 Aeroporto comunale di Kasos: 0030 22450 41444 Ufficio sanitario di Kasos: 0030 22450 41333 Ufficio postale: 0030 22450 41255 Taxi: 0030 22450 41278, 0030 22450 41158

Destinazioni multiple
clear
keyboard_arrow_down
keyboard_arrow_down
date_range
date_range
people
directions_car
pets

Altre Offerte
arrow_upward