KARPATHOS

Una bellezza naturale allo stato grezzo, rimasta inalterata nel tempo. Paesaggi montuosi di roccia e gole scoscese al Nord, fertili valli coltivate a vigneti e orti al Sud. Alture battute dal vento e baie idilliache abbracciate dai pini. Dedizione incontaminata a tradizioni e usanze ancestrali, vecchie di secoli. Gente integra, orgogliosa e difficile da soggiogare ma nel contempo autenticamente spontanea e ospitale. Gente impavida, anche, visto che secondo la leggenda i suoi abitanti non esitarono ad afferrare gli dei dall'Olimpo per portarli a vivere al loro fianco. Gli abitanti furono chiamati "Arpatheoi", cioè coloro che afferrarono gli dei in greco, e poi "karpathi", da cui deriva il nome odierno dell'isola. L'incomparabile fascino di Karpathos scaturisce da questo miscuglio affascinante di contrasti, che rende unica la seconda isola più grande del Dodecaneso.

Situata sul lato sudorientale dell'Egeo, al centro del burrascoso Mare di Karpathos, quest'isola costituisce un ponte naturale e culturale tra Creta e Rodi. Partendo dal neolitico, la sua storia è segnata da un succedersi di importanti civiltà che hanno vissuto e interagito sulla terra di Karpathos. Minoici, Micenei, Fenici, Dori, Rodesi, Romani, Bizantini, Arabi, Genovesi, Cavalieri di San Giovanni, Ottomani, Italiani: tutti hanno lasciato le loro tracce sulla "Krapathos" o "battuta dai venti" di Omero, l'antica "Tetrapolis", la medievale "Scarpanto".

La conoscenza con la bella Karpathos inizia da Pigadia, la capitale e porto dell'isola con le vie pedonali piene di gente e i caratteristici edifici dell'epoca della dominazione italiana come il Governatorato e la Dogana. Costruita sulle pendici del Monte Kalì Limni, si trova sul sito dell'antico Potidaion di epoca minoica, e sulla cima della collina si ergono ancora le mura ciclopiche dell'Acropoli. Lo straordinario edificio del Governatorato ospita il Museo Archeologico, con reperti notevoli dal paleolitico all'epoca bizantina. Tuttavia, la vera anima di Karpathos si cela nei villaggi caratteristici e nella campagna, sugli altipiani con le case rurali e le antichissime aie per trebbiare il grano, sui sentieri che conducono alle comunità sacre, sulle cime dei monti che giocano con le nuvole e il vento, nelle melodie della cetra, del flauto e delle zampogne, nelle ballate della gente genuina dell'isola. L'unicità e la signorilità di Karpathos non hanno fine.

  • view_headlinePunti d'interesse e percorsi a Karpathos

    Splendidi villaggi dalle tradizioni incontaminate, splendide spiagge e sentieri in pietra vecchi di secoli, tra le montagne, compongono uno scenario di particolare bellezza.

    "Aggrappata" a un pendio scosceso tra le cime del monte del Profeta Elia, Olympos è la gemma del diadema di Karpathos. Un abitato medievale isolato, risalente al VII secolo, con stradine acciottolate tutte in salita, case tradizionali bianche o colorate, caratteristiche chiese rupestri, forni a legna all'aperto e mulini in pietra. È un viaggio indietro nel tempo e un microcosmo orgoglioso, dalle tradizioni ancestrali tuttora celebrate dagli abitanti che indossano i costumi tradizionali tutti colorati e parlano l'antico dialetto dorico. Un balcone da sogno sull'Egeo e un museo a cielo aperto di cultura popolare.

    Sulla piccola isola disabitata di Saria, di fronte alla punta più settentrionale di Karpathos, l'indescrivibile bellezza del paesaggio naturale convive in armonia con la storia e con la mitologia. Sul luogo ove un tempo sorgeva l'antica città di Nisyros dalle origini minoiche, si trova una serie di costruzioni a spazio unico con tetti a cupola dell'insediamento medievale arabo, note anche come "Palazzi". L'intera zona è un biotopo protetto data la presenza di uccelli rari e della foca mediterranea.

    Lo splendido Menetès, il villaggio più grande di Karpathos, è costruito ad anfiteatro su uno dei lati del monte del Profeta Elia ed è abbellito da vecchie abitazioni signorili e neoclassiche. Il gioiello del paese è la chiesa della Dormizione della Vergine (XIX secolo) che si erge sul ciglio del burrone e offre una vista incantevole sul mare. Poco fuori dal paese, si può visitare la storica chiesetta rupestre di Aghios Mamas con affreschi del XIV secolo.

    Nascosta dietro a imponenti masse montuose, la pittoresca Aperi è stata la capitale di Karpathos (1700-1892). Il paese si distingue per le vecchie residenze signorili dai cortili colorati, le innumerevoli fonti, il ponte in pietra, le sue belle chiese e la vegetazione rigogliosa.

    Costruito su un'altura al centro dell'isola, Mesochori è considerato uno dei villaggi più belli di Karpathos con una vista sorprendente sul mare e un'architettura isolana unica. I suoi quartieri sono pieni di sorprese e di cose da vedere. La straordinaria chiesa della Madonna delle Fonti, edificata sopra sorgenti naturali. La meravigliosa Skopì, una delle piazze più grandi e più belle del Dodecaneso. Le case di Karpathos hanno sempre le porte aperte per permettere al visitatore di ammirare la ricca decorazione tradizionale degli interni.

    Costruito a 510 metri di altezza e avvolto dalle nuvole, il caratteristico paese di Othos è uno degli insediamenti montani più affascinanti dell'isola. È famoso per la straordinaria vista su Pigadia, la tradizione viticola e il laboratorio di ebanisteria, dove si costruiscono le cetre di Karpathos e molti altri oggetti in legno di grande maestria.

    Le spiagge esotiche di Karpathos, dalle acque trasparenti come uno specchio. Ognuna di esse è un piccolo paradiso. La pluripremiata Appella, una delle spiagge top del Mediterraneo, con il mare turchese e circondate dai pini che degradano verso il mare, acque che sgorgano dalle sorgenti della montagna e la chiesetta di San Luca, scolpita nella roccia. La plurifotografata Kyrà Panayà di sabbia dorata, con l'omonima chiesa dalla cupola rossa che dall'alto dell'abitato rivolge lo sguardo verso le acque azzurro verde. La magica Achata, dagli splendidi ciottoli. Diakoftis, sottovento a Sud, con la sabbia di un bianco abbagliante e i cedri sulle dune di sabbia. Kastelia , il cui fondo è ammaliante. Ammoopi. Lefkòs. I Palazzi di Saria.

  • view_headlineNon dimenticatevi di ...

    Visitare le rovine dell'antica città di Arkesia, sulla penisola rocciosa di Palaiokastro. Nell'area si conservano sezioni della basilica paleocristiana di Sant'Anastasia (V secolo) con splendidi pavimenti in mosaico.

    Visitare lo straordinario Museo del Folklore a Othos, una fedele riproduzione dell'abitazione tradizionale di Karpathos con una collezione unica di arredi, tessuti e oggetti di uso quotidiano.

    Ordinare un paio di stivania fatti a mano (lo stivale tradizionale di Karpathos) nell'unica bottega rimasta a Olympos. Il rosso è il colore tradizionale per le signore, con ricami elaborati. Il souvenir assoluto e una vera e propria opera d'arte popolare.

    Ammirare il tramonto da Pylès. Stretto nell'abbraccio verde di innumerevoli orti, il paese offre un'incantevole vista sulla vicina isola di Kasos e sulle montagne della Siteia.

    Assaggiare le pietanze tradizionali, come le makarounes (pasta fatta in casa con ricotta e soffritto di cipolla, il vyzanti anche detto "oftò” (agnello o capretto al forno a legna ripieno di riso, frattaglie, uvetta, pinoli ed erbe aromatiche), le torte di Karpathos (dolci di ricotta o formaggio "sitaka") e gli zempilia (focaccine di sesamo a forma di mezzaluna, con uvetta e chiodi di garofano).

    Acquistare i tessuti di eccellente qualità fatti a mano dalle donne di Olympos.

    Prendere lezioni di windsurf sulle famose spiagge di Afiarti, uno dei punti più battuti dal vento del Mediterraneo, destinazione preferita dai surfisti a livello mondiale.

    Visitare la chiesetta rupestre isolata di Aghios Ioannis Spòon, ricavata in una grotta.

    Scoprire gli antichi sentieri del nord di Karpathos, un paradiso per gli escursionisti.

  • view_headlineKarpathos: arrivare e partire

    Viaggiate da e verso Karpathos con ANEK LΙΝES, un viaggio stupendo con tutta la qualità del prestigio e dell'esperienza di una delle maggiori società navali del Mediterraneo.

    Anek collega entrambi i porti di Karpathos al Pireo e ad altre destinazioni con la Linea Cicladi-Creta-Dodecanneso (Pireo, Milos, Santorini, Anafi, Iraklio, Siteia, Kasos, Karpathos, Diafani di Karpathos, Chalki, Rodi), una rotta circolare, con servizi di alta qualità e l'ospitalità autentica cretese durante la navigazione.

    La moderna flotta e l’equipaggio altamente qualificato dell’ANEK promettono una piacevole permanenza a bordo, nel rispetto delle necessità e delle esigenze del moderno viaggiatore. Le navi dell’ANEK sono dotate di spaziose cabine di tutte le categorie, di spazi comuni confortevoli e climatizzati che offrono numerose opzioni di svago, negozi moderni, ristoranti gourmet e bar-caffè.

    E’ stata dedicata particolare attenzione alla gastronomia, con menù selezionati che esaltano i prodotti genuini e i sapori della cucina cretese e mediterranea. Sulle navi dell’ANEK è disponibile il servizio internet 24 ore al giorno (wi-fi e Internet Corner) in spazi appositamente studiati.

    Scoprite qui come acquistare al prezzo migliore i biglietti per i traghetti, e le imperdibili offerte, valide tutto l’anno, per i biglietti di solo passaggio e di sistemazione in cabina.

  • view_headlineArrivando a Karpathos

    La nave dell'Anek attracca in entrambi i porti dell'isola. Pigadia, il porto principale e capitale dell'isola, si trova sul lato sudorientale. Da qui, si possono raggiungere varie destinazione in autobus o in taxi.

    In alternativa, si può sbarcare a Diafani, il secondo porto di Karpathos, sul lato nordorientale dell'isola. Diafani è il porto di Olympos e si trova 67 km a nord di Pigadia.

    Karpathos è un'isola che si presta per essere esplorata via terra, data la vasta rete stradale che collega i centri abitati. ANEK offre la possibilità di trasportare in modo affidabile ed economico il vostro mezzo di trasporto (auto, moto, roulotte, camper) per godersi delle esplorazioni indimenticabili on the road in tutta l'isola.

  • view_headlineTelefoni utili
    ANEK LINES - Ufficio prenotazioni centrale: 0030 210 4197400, 0030 210 4197420 Possi Travel - Holidays (Pigadia): 0030 22450 22235 Orfanos Travel (Diafani): 0030 22450 51410 Capitaneria di Porto: 0030 22450 22227 Polizia: 0030 22450 22224 Polizia Turistica: 0030 22450 22212 Municipio di Karpathos: 0030 22450 22427 Centro sanitario di Karpathos: 0030 22450 22228 Ufficio Postale: 0030 22450 22219 Stazione dei Taxi: 0030 22450 22705 Autobus KTEL: 0030 22450 22338, 0030 22450 22206

Destinazioni multiple
clear
keyboard_arrow_down
keyboard_arrow_down
date_range
date_range
people
directions_car
pets

Altre Offerte
arrow_upward